Il mio Diario.

mercoledì 3 novembre 2010

Solo ventiseiminuti...

Sono bastati solo ventisei minuti,
prima ero una schiava devota e in grado di compiacere il mio Padrone,
poi sono tornata la donnina banale di sempre...
Sentivo le lacrime scendere,
un nodo alla gola mi faceva mancare l'aria.
Non avevo il coraggio di dire nulla,
ho sempre saputo che sarebbe stato cosi,
avevo immaginato la Sua voce calma,
priva di qualsiasi emozione.
Non è stata una punizione, è stata una decisione...
Gli sbagli, le disubbidienze, la distanza o forse il troppo amore,
mi hanno fatto perdere il mio amato collare.
Non mi pento di nulla, ero felice, mi ha salvata da me...
Ha preso una cucciola che viveva al buio e l'ha resa schiava fiera e Magnifica.
Diciannove mesi della mia vita dedicati a Lui,
Lui che mi ha curata e cambiata...
Sono quasi sempre orgogliosa di me, e non butterò alle ortiche il Suo e il mio lavoro.
Non morirò, non è la fine.
Questi sono i giorni dell'abbandono, e io voglio piangere tutte le mie lacrime...
Non farò lo sbaglio di non concedermi il dolore, starò calma e cercherò consolazione...
Chissà cosa sarà di me dopo Magnifica...

Baci...Diamante.

2 commenti:

  1. In queste ore di un dolore che nessuno, neppure noi, desidera, ti sia di conforto l'opportunità di felicità che si nasconde nel futuro. Ora sai chi sei, ora sai cosa cerchi e lo avrai!
    Coraggio!
    Angolobuio

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi