Il mio Diario.

domenica 9 gennaio 2011

Dichiaro di comprendere e di volere continuare.


Così come un lupo affamato ti sei nutrito di me
hai usato parole dolci per sedurmi
e, anche mentre mi sbranavi, io continuavo a essere grata.
Ho sentito ogni morso,
ho sentito la pelle lacerarsi sotto i tuoi canini,
ho sentito la tua fame.
Mi hai lasciata in vita fino alla fine,
pretendevi sangue caldo da bere,
io rimanevo ferma e speravo durasse ancora.
Sazio di me
mi hai buttata via,
e hai lasciato la carcassa alle carogne.

Diamante Magnifica.

2 commenti:

  1. Dolcissima purtroppo è così noi uomini certe volte siamo carognetti tanto quanto lo siete voi con noi, magari involontariamente giocando con i sentimenti.... sai benissimo che l'uomo si innamora poche volte nella sua vita, ma quelle poche volte sono vere

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace doverle dire che non ha ben compreso il senso di queste mie parole, sono state scritte in un momento di grande dolore, ma non rimpiango nemmeno un morso, ogni goccia del mio sangue è stato versato per rendermi Magnifica....
    Sono comunque felice.
    Buona serata signore.

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi