Il mio Diario.

sabato 19 febbraio 2011

Emily.



   Dopo una grande pena, un sentimento formale subentra -
I Nervi siedono cerimoniosi, come Tombe -
Il Cuore irrigidito si chiede "fu proprio Lui, che soffrì,"
E "Ieri, o Secoli fa?"I Piedi, meccanicamente, vanno tutt'intorno -
Un Legnoso percorso
Di Terra, o Aria, o Altro -
Incuranti del divenire,
Un appagamento di Quarzo, come una pietra -
Questa è l'Ora Plumbea -
Ricordata, se si sopravvive,
Come un Assiderato, rammenta la Neve -
Prima - il Freddo - poi lo Stupore - poi il lasciarsi andare -


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi