Il mio Diario.

sabato 26 febbraio 2011

lei in minuscolo.


Lei è quella da non richiamare, a cui non prestare attenzione, a cui non dire il vero nome.
Quella da illudere e da usare, quella che ascolta e che mai dice.
La donna che non chiede ma e che sa stare in un angolo.
Lei è l'infelice che giurerà felicità.
Sa compiacere solo con uno sguardo, tiene le mani conserte per non disturbare, e sa dire solo: “grazie”.
Accetta e mai discute, non nega mai un sorriso.
Non piange, perché piangere è un ricatto.

Diamante Magnifica.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi