Il mio Diario.

lunedì 28 novembre 2011

Come Alice.


Attraverserò lo specchio sopra il camino e troverò un mondo nuovo.
Un mondo dove il silenzio non è solitudine, dove potrò permettermi lunghe assenze,
dove leggere senza fretta.
Vivrò di amore sentendomi amata, e i Suoi respiri saranno linfa vitale.
Amerò senza sosta e lo stupore dipingerà il mio volto dei colori accesi della gioventù.
Non sarò sconfitta e non dovrò vincere nessuno ostacolo, non saranno le battaglie a sfiancarmi.
Sarò viva, sarò fiera, sarò riposo per l'amore e conforto per il dolore.
Dimenticherò le diffidenza e la cautela, riscoprirò il calore del fuoco e disimparerò le bugie di un infanzia negata.
Imparerò parole nuove e lingue sconosciute al mio corpo, danzerò una danza che auspica fertilità.
Tornerò fertile per i sentimenti e non censurerò nessun sapore.
Come i bambini gusterò ogni emozione e le registrerò come nuove.
La frusta mi sembrerà carezza e sarò io a decidere quali mani potranno toccarmi.
Toglierò la polvere dal povero Re, lui non avrà paura di me e mi vedrà.
Sarò la luce di un evento mai immaginato da nessuno, sarò splendore per me e di Lui vivrò.
Avrò un nuovo nome oppure no, ma cosa conta?
Sarà bello come una fiaba oppure no, ma cosa conta?
Giocherò nel parco oppure no, ma cosa conta?
Cosa conta adesso, chiedersi se sto andando fuori di testa oppure no?
Io non ho una lunghissima treccia bionda, non ho un anello magico che mi riporterà al castello, le mie lacrime d'amore non salveranno nessuno e certo non credo nel principe azzurro.
Ogni tanto credo in me e nel futuro...
Vorrei vivere questo presente con gli occhi puri di Alice, ma mi basta avere il coraggio di guardare.

Diamante Magnifica
Ferrata28Novembre2011 h 16.00

2 commenti:

  1. decisamente...mi hai tolto il fiato...è molto difficile commentarla senza essere banali...la vita è un insieme di regole, alcune scritte altre non scritte..abbiamo imparato a demolirle e poi abbiamo imparato il prezzo di averle demolite. ne abbiamo costruite di nuove, e le abbiamo riguardate,come chi guarda un opera d'arte appena conclusa..e quindi abbiamo capito che non metteremo questo quadro da nessuna parte..conosco molto bene queste parole, anche se non le saprei mai esprimere con questa eleganza, che ti invidio. beh..che dire..mettiamo i quadri vecchi in cantina. ora ne serve uno nuovo che non useremo di nuovo,ma costruire è il verso scopo,creare.non l'opera in sé ma il fatto di crearla.

    RispondiElimina
  2. Mia meravigliosa e amatissima Crisalide, sei sempre molto generosa con tua madre che ti te ama la sensibilità vera che pochi hanno... Grazie un bacio dolce piccola mia, di quei baci che si scambiano due donne che camminano mano nella mano per il centro di Torino...

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi