Il mio Diario.

venerdì 17 febbraio 2012

Padroni.

1. Nessuno è nato Signore. Bisogna meritarsi tale titolo....e riprovarlo ad ogni slave.
 
2. Anche se meriti  già il Signore, questo non significa che meriti la tua schiava. Se lei ti ha dato, è puro dono.
 
 3. La tua serva ti ha dato tutto quello che è senza chiedere nulla in cambio. Ma c'è una cosa che devi dare: la ragione a fidarsi.
 
 4. Se la schiava non consente a qualcosa, la colpa non è sua, è "tua".
 
 5. Hai il diritto di essere crudele, hai il diritto di ottenere l'immaginazione, hai diritto e il dovere di essere  impegnativo, ma non hai il diritto di non rispettare la donna che ti ha dato tutta se stessa.
 
 6. La tua schiava esisteva prima di arrendersi. Ha una storia, un passato e una personalità e nessun altra persona al mondo è come lei. non è una bambola di plastica che puoi adeguare alle tue fantasie preconcette. È possibile sottomettere, e vorresti educarla al tuo gusto e per il tuo piacere, ma devi costruire su ciò che è già.  Questo si chiama rispetto.
 
7. Quando si dà un ordine, si deve obbedire. Quindi, pensare bene prima di ordinare qualunque cosa.
 
8. Se ti mostri indifferente alla tua schiava per darti piacere, si può giocare questo ruolo, ma mai in realtà si può essere indifferenti.
 
9. Studia la tua slave con attenzione quanto lei ti studia, o ancora con più attenzione. La sottomissione va meritata e mantenuta, non è un dato di fatto....è un dono continuo.
 
10. Non confondere il piacere con la felicità. Hai il diritto di richiedere alla tua schiava di darti piacere, spesso senza ricevere in cambio alcunché, ma hai sempre il dovere di renderla felice.
 
11.Una schiava non ha diritto al piacere. Lei stessa è la prima a dirtelo. Ma una donna è un essere così sottile e così complesso che a volte il piacere è di non avere piacere ... . Pertanto, il divieto alla schiava
    dell'orgasmo, se si vuole, facendo di tutto per provocarlo, o, al contrario, dandole l'ordine di avere un orgasmo mentre ti sta servendo senza preliminari e senza la minima carezza, sia in uno qualunque di questi casi è possibile darle un piacere che va oltre la tua comprensione.
 
12. insegna alla tua schiava a crescere. Se la fai cadere, aiutala.
 
(dal web , in portoghese all'origine)
Rubata da Face!!!

2 commenti:

  1. Se dico CAZZO è tutto giusto sono sboccato?

    ^_______^

    Anche se non concordo su di un punto, vero che la slave ti dona qualcosa di assoluto, ma ti chiede qualcosa in cambio, tutta la mia attenzione, preparazione, cura.
    Perchè se non mi prendessi "cura" della mia slave, quella fisica e psicologica non sarei un Padrone ma un violento e basta.
    Io lo vedo come un donarsi, solo che lo facciamo su piani opposti.

    RispondiElimina
  2. Mi piace molto il commento di Cavalier Amaranto..ed anche io la penso così.
    la cura,la attenzione ed anche la dolcezza dopo il dolore del Padrone è fondamentale.
    se no che gusto ci sarebbe..?
    un abbraccio ad entrambi.
    SdS

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi