Il mio Diario.

domenica 13 gennaio 2013

Pensieri Diabetici.

Dovrei tagliarmi le unghie, dovrei tagliarle perché più che provare sollievo quando mi gratto, mi ferisco in maniera seria, il mio seno sinistro ancora sanguina da ieri sera.
Sì, la prima cosa da fare oggi era tagliarmi le unghie corte cortissime e poi pesarmi.
Che domenica noiosa questa, la tosse mi ha tenuta spalmata sul divano in pigiama, ho passato il tempo in dormiveglia e sbuffando.
Sotto la doccia ho deciso che, forse, potrei farmi un regalo questa settimana; potrei andare al Maxim a farmi il bagno, ho voglia di poltrire coccolata e viziata dalla schiuma e dall'acqua bollente.
Nel mio "fantamondo" da bambina non sarei sola in una camera d'albergo, nei mie sogni  puri sarei con un uomo che mi lava i capelli e mi bacia il collo mentre mi legge le favole e mi tiene stretta stretta come qualcosa di prezioso, nel mio mondo magico io sono MariaAntonietta d'Austria e Lady Oscar mi salverà e mi porterà via sul suo cavallo bianco e amerà solo me per sempre...
Beh forse non è poi cosi tremendo andare in un Motel dalla moquette rossa a fare solo il bagno e poi riposarmi fra quelle lenzuola bianche e non rimanere distesa sul pavimento con i muscoli tesi e i seni doloranti.
Non mi hanno fatto bene questi due giorni di ferie/riposo, forse la prossima volta dovrei rifiutare le imposizioni aziendali e lavorare magari tutto il giorno, a donne come me, cosi beatamente abituate a non pensare il tempo libero fa male.
Chissà se Oscar e Andrè saprebbero trovarsi anche adesso e amarsi in un epoca in cui la cosa che conta di più è il prezzo e non il valore.
Oggi sono anche riuscita a finire il libro che facevo finta di leggere da settimane 'Veronika decide di morire', il finale mi ha sorpreso e non mi ero nemmeno resa conto che il libro parlasse di amore con ogni parola, sto diventando cieca  e insensibile.
Certo mi piacerebbe essere davvero una stronza egoista, sorda e immune ai richiami degli altri del mio mondo, se lo fossi stata non avrei fatto il bagno a mio padre dopo che mi aveva disprezzata e ferita, se lo fossi non avrei preparato la torta che piace a mia madre e non avrei abbracciato e riperdonato mio fratello.
Vado a letto.
Notte!!!
Diamante Magnifica
blablabla.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi