Il mio Diario.

martedì 29 ottobre 2013

"Il diritto di amarti"


Tu e io eravamo noi,
lo so che sembra una frase da baci perugina,
ma è una tua frase e risuona in ogni mio battito di ciglia.
Eravamo perfetti insieme,
Tu eri Maurizio e io ero Diamante,
adesso cosa mi rimane di quella luce che in me splendeva cosi forte?
Ti amavo cosi tanto da pensare di avere dei diritti sul tuo cuore,
ti ho affidato la bambina abbandonata che era in me,
l'hai cullata e accudita,
l'hai cresciuta con quei no che la bambina desidera,
ma non ero tua solo perché ti amavo,
lo dimostra il fatto che anche oggi io ti amo,
anche se sono sola.
Non è la tua volontà,
non è la mia volontà,
abbiamo continuato a camminare anche dopo la fine di noi.
Io ti ho cercato amore mio,
anche se le mie scelte dicono il contrario io ho sempre cercato Maurizio per trovare Diamante.
Come è possibile che tu sia la mia anima gemella
se io non sono la tua?
Sono arrivata dopo lo so,
sono arrivata quando tu avevi già dato tutto quello che un uomo può dare,
ma io mi sentivo amata e voluta anche te tu eri un deserto arido e sterile,
io in te ho visto nascere questa donna, sono io il frutto delle tue cure,
chi al mondo ha più diritto di me di amarti?


Diamante Magnifica

Ferrara 29/10/2013.

2 commenti:

  1. Le tue parole sono più belle delle nuvole in un tramonto rosso fuoco..rosso..
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Oddio che coincidenza il nome :)
    Grazie, sei stato generoso nei complimenti.
    Diamante

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi