Il mio Diario.

giovedì 14 novembre 2013

"Metti una sera qualunque"

Lei si aggrappò ad un bacio che lui pretese,
la macchina era piena del suo odore di femmina in attesa.
Le cosce
spalancate pronte a riceverlo,
lui era deciso nei suoi gesti da maschio,
prendeva ogni cosa come fosse già sua,
lei non controllava ne i respiri ne gli spasmi.
Fu impudica e timorosa,
fu puttana e vergine
e si riscoprii.
Non lo vide più
ma lei torno a se stessa da quella notte in poi.


Diamante Magnifica

Ferrara14Novembre2013H21.53.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento...
Diamante

Utenti connessi